Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies
content-top-1
content-top-2
content-top-3
message
component
Perchè al TMF c\'è una quota di iscrizione?

Noi per primi ci poniamo e, allo stesso tempo, rispondiamo a questa domanda per rendere partecipi iscritti e non iscritti del motivo per il quale si paga una quota d'’iscrizione per partecipare al Tour Music Fest.


Partiamo dal presupposto che, attualmente, il Tour Music Fest non gode di finanziamenti nè pubblici nè privati. Capirne il motivo è veramente molto difficile. infatti, nonostante il grande successo della manifestazione le proposte inviate ai vari ministeri, assessorati, comuni, non hanno dato ancora i frutti sperati.

L’intento dell’organizzazione del Tour Music Fest è quello di eliminare totalmente la quota di partecipazione e qualsiasi altro costo che vada a carico degli artisti.

In Italia esistono tanti altri festival dove la quota di partecipazione varia tra 60 e i 300 euro, ma questa è, a nostro parere, ammissibile solo se e opportunamente giustificata.

IL TOUR MUSIC FEST GIUSTIFICA LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE PERCHE':

 

Le audizioni del Tour Music Fest si svolgono esclusivamente dal vivo, e non tramite demo. Per fare una scelta accurata e vedere realmente le qualità di un artista o di una band bisogna ascoltare l'esibizione dal vivo.

Inoltre non tutti hanno una demo di qualità e quindi si rischierebbe di essere penalizzati. Soprattutto moltissimi artisti non hanno ancora una demo e questo o impedirebbe la partecipazione al festival o costringerebbe un artista a dover sostenere ulteriori costi per la registrazione di una demo.

 

Per la prima fase di selezione il Tour Music Fest effettua un Tour di audizioni in tutta Italia di circa 30 città abbattendo i costi di trasporto vitto e alloggio che ogni artista dovrebbe affrontare (es. Se le audizioni si svolgessero tutte a Roma, sede dell’organizzazione del Festival, chiunque venisse dalla Sicilia, dalla Lombardia o da una qualunque città che disti più di 200 km spenderebbe solo per il  viaggio una cifra superiore al pagamento della quota d’iscrizione al festival).

 

Il Tour Music Fest riceve il pagamento della quota di compartecipazione solo se l’artista è artisticamente idoneo a sostenere la seconda fase. In caso di non idoneità l'artista/band potrà presentarsi l'anno successivo senza pagare l'acconto della quota di iscrizione.

 

Le audizioni si svolgono solo in sale prova e studi di registrazione professionali. Questo perchè crediamo che un artista debba sentirsi a proprio agio per poter esprimersi al meglio, anche dal punto di vista tecnico e audio.

 

Il Tour Music Fest effettua audizioni solo su prenotazione. Questo significa che ogni artista viene convocato a un orario preciso e non deve fare file chilometriche per sostenere un’audizione. Questo significa che l'’artista viene impegnato per un massimo di un'’ora, in modo tale da organizzarsi semplicemente la giornata e non perdere ore di lavoro o studio.

 

Molti festival impostano la selezione artistica tramite la scelta del pubblico, questo, a nostro parere, potrebbe alterare una valutazione artistica obbiettiva, difatti chi porta più pubblico è solitamente avvantaggiato nel corso della selezione. 

Proprio per questo il Tour Music Fest non obbliga i partecipanti a portare pubblico o acquistare biglietti d'ingresso per gli Show.

 

Crediamo che un'audizione fine a se stessa non sia abbastanza per i nostri artisti partecipanti. Per questo dopo ogni audizione la nostra commissione artistica si confronta direttamente, con un colloquio privato, con ogni artista partecipante per esternare tutto ciò che è "arrivato" o "non arrivato" durante la performance, offrendo una consulenza artistica a 360°.

 

 Con l'iscrizione al Festival, l'organizzazione fornisce gratuitamente foto e video dell'esperienza, l'attestato di partecipazione e l'abbonamento alla newsletter del festival con articoli e interviste inerenti al mondo della musica emergente.

 

Il Tour Music Fest offre stage formativi con lezioni gratuite – Non esiste manifestazione che offra momenti di formazione così esclusivi, con lezioni gratuite in location così importanti come il CET di Mogol. Inoltre gli stage non sono vincolanti, ossia non bisogna parteciparvi obbligatoriamente ma è l’'artista a decidere se prendervi parte o meno.

 

Il Tour Music Fest ha una commissione straordinaria: Mogol è il presidente di giuria di una commissione composta dai migliori esponenti della discografia italiana e internazionale, che solitamente partecipano alle giurie di altre manifestazioni come presidenti di giuria quindi elementi di assoluto spicco. Al Tour Music Fest sono tutti riuniti in una commissione d’eccezione.

 

Il Tour Music Fest mette in palio premi favolosi. Il montepremi del Tour Music Fest varia tra i 75000 e i 100000 euro. Conoscete altre manifestazioni che fanno lo stesso?

 

Dall'edizione 2012 l'organizzazione del Tour Music Fest ha deciso di dividere la semifinale in 4 Live Show che si svolgeranno in altrettante città, un modo per offrire ai nostri partecipanti una maggiore visibilità all'interno dei migliori live club italiani oltre a abbattere le spese di vitto e alloggio per gli artisti.

 

La finale del Tour Music Fest è il più grande evento per la musica emergente europea,  un grande palco su cui promuovere in maniera efficace la propria musica e si svolge in una location storica per la musica italiana, il Piper Club di Roma.

 

Per garantire un buon flusso di pubblico sia nelle semifinali che in finale, i concerti Live del Tour Music Fest sono sempre a ingresso gratuito.

ORA STA A VOI GIUDICARE SE IL TOURMUSICFEST GIUSTIFICA OPPORTUNAMENTE IL PAGAMENTO DI UNA QUOTA DI COMPARTECIPAZIONE AGLI ARTISTI.

 

 
Share.
content-bottom