Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies
content-top-1
content-top-2
content-top-3
message
component
CHE COSA HANNO IN COMUNE LE CANZONI DI SUCCESSO?

CHE COSA HANNO IN COMUNE LE CANZONI DI SUCCESSO?

Ti sei mai chiesto come facciano le canzoni ad avere successo? Certo, contano i dischi venduti, le visualizzazioni e i download ma c'è anche altro.

Hai lavorato duro sul tuo sound, ti sei esercitato a lungo con gli arpeggi e hai provato la tua esibizione allo specchio centinaia di volte.

Hai perfezionato le registrazioni, corretto gli errori che solo tu puoi sentire e ascoltato i tuoi artisti preferiti un milione di volte per capire cosa rende le loro canzoni così perfette.
Dopo tutto questo lavoro non ti meriti di ascoltare una canzone banale che passa tre volte in un’ora sulla stazione radio locale. Non è forse vero che la tua canzone è migliore? Eppure quel cantante fa tantissimi concerti e guadagna 10,000 euro a settimana. Perchè non potresti farlo anche tu?

In questo articolo proveremo a spiegare cosa hanno in comune tutte le hit di successo.

1. Le hit si connettono col pubblico

I musicisti spesso si lamentano che in radio passano sempre le solite canzoni e non si dà spazio alla diversità di generi. È vero che le radio più importanti hanno una playlist breve in un determinato momento ed è probabile che molti ascoltatori le odino dopo averle sentite centinaia di volte tra supermercati, negozi e bar. Che piaccia o no, c'è una ragione per la quale le canzoni passano in radio: si connettono con gli ascoltatori. Il pubblico "vota" le proprie canzoni preferite comprando i dischi, scaricando i brani e ascoltandoli in rete. Il risultato è spesso spesso un'alternanza di generi: si va dal successo rock a quello rap, dal pop all'R&B.

2. Hits hanno voce mista davanti

Quando gli artisti locali producono una demo del proprio lavoro gli ascoltatori spesso si lamentano del fatto che il tono di voce sia troppo tranquillo. La musica Pop infatti ruota spesso intorno ad una performance vocale potente. Una canzone, per avere successo ha bisogno di una voce convincente, è questa la prima cosa che porta il pubblico ad ascoltarla.

3. È importante farsi capire

Il secondo appunto che di solito gli ascoltatori fanno ad un disco autoprodotto è che non si capiscono bene le parole. In questi casi, inviare il testo via e-mail non è una soluzione attuabile. Per connetterti col pubblico è necessario che gli ascoltatori capiscano quello che dici. Nella musica Pop si trovano testi che sono del tutto privi di senso, ma questa è un'eccezione, non certo la regola. Testi veloci o non facilmente comprensibili di solito hanno un ritornello molto accessibile che rimane nella testa dell'ascoltatore. Se le voci del tuo gruppo sono mixate nel modo giusto ma il testo è ancora difficilmente comprensibile forse il cantante dovrebbe lavorare di più sulla tecnica.

4. Le canzoni di successo sono un po' imprevedibili

Bob Dylan è stato un cantautore sorprendente tanto che la gente ha notato a malapena quanto fossero noiose le sue canzoni. Nelle sue canzoni Dylan ha utilizzato la più semplice struttura della musica popolare: versi alternati e tanti ritornelli. Nonostante questo, i suoi testi erano così potenti e poetici che la semplicità non ha mai avuto alcuna importanza.
Le canzoni moderne offrono una maggiore variazione, tanto che il nostro orecchio è ormai abituato e se lo aspetta. Quindi le tue canzoni dovrebbero cercare di cogliere il pubblico di sorpresa. Ad esempio se la tua canzone ha molti ritornelli, cercate di variare il testo invece di ripetere sempre lo stesso ritornello. Varia il ritmo per accentuare i punti fondamentali del brano. Ti renderai conto che in alcuni casi non servono tanti strumenti per sottolineare un passaggio, a volte è sufficiente voce e batteria.

5. I cantanti migliori non sempre sono i migliori cantanti

Se si guarda alla storia della musica, i cantanti più famosi non sono quelli che possiedono la tecnica migliore ma quelli più facilmente riconoscibili.
Mick Jagger, Busta Rhymes, Amy Winehouse, Serj Tankian dei System of a Down e Courtney Love, solo per citarne alcuni, sono tutti cantanti che si riconoscono immediatamente.

Hanno creato una propria identità forte, uno stile che li rende facilmente riconoscibili dal grande pubblico. Ciò vuol dire che tutti noi conosciamo il contesto dentro il quale si sviluppano le loro canzoni e questo crea l'empatia che è fondamentale per il successo di un brano. Il carisma è più importante di una tecnica vocale perfetta.

Crea un tuo stile, gli artisti che copiano i miti finiscono per rimanere schiacciati e sono destinati ad avere una carriera breve. È importante avere le proprie influenze musicali ma non bisogna mai cercare di suonare o cantare come il tuo artista preferito.
Il mondo della musica è così vasto che ispirarsi soltanto a due o 3 artisti è quasi uno spreco. Il genio è colui che riesce a mischiare le influenze di vari grandi per creare uno stile unico.

Continua ad essere un ascoltatore attivo e cerca continuamente nuovi stimoli e nuovi suoni. Così facendo potrai ritagliarti il tuo spazio e vedrai che il pubblico si accorgerà di te e della tua musica.

 

 

Libera traduzione da blog.sonicbids.com

 
Share.
content-bottom