Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies
slideshow

 

top-art-1
top-art-2
top-art-3
top-art-4
tmf-top

ULTIME NEWS

partners

PARTNERS

TMF MAGAZINE

 
content-top-1
TMF Festival News

SONY MUSIC ITALY IN COMMISSIONE AL TOURMUSICFEST

Dopo la partnership con MTV New Generation, il Tour Music Fest sigla un altro importante passo a favore della promozione della musica emergente italiana. La famosa casa discografica Sony Music Italy, che vanta artisti del calibro di Bruce Springsteen, David Bowie, Chris Brown e Biagio Antonacci, sarà presente in commissione alla finale della IX Edizione del Tour Music Fest. La Sony Music Italy, la divisione italiana di una della case discografiche più grandi al mondo, sarà presente nella commissione del Tour Music Fest ad affiancare il M° Mogol, Fausto Donato (Direttore A&R Universal Music Group) e tanti altri esponenti della musica italiana è internazionale. \"Il Tour Music Fest, in questo momento, è la vetrina artisticamente più importante per un artista emergente, con cui l\'artista ha il modo e la possibilità di far capire il proprio mondo musicale in maniera sincera senza ombre e compromessi, proprio per questo è giusto che una casa discografica come la Sony Music si interessi alle nuove leve musicali che il TMF fa crescere ed evolvere artisticamente\" commenta Giampaolo Rosselli direttore artistico del Tour Music Fest che proprio con la Sony Music ha spesso collaborato e collabora attulamente. Sony Music Italy, di cui Roberto Rossi ne è il direttore artistico, presenzierà quindi la finale Internazionale del Tour Music Fest scegliendo e valutando i migliori artisti che si esibiranno sullo storico palco del Piper Club di Roma, dopo aver girato tutta l\'italia con un Tour che toccherà oltre 30 città italiane. \"Il nostro obiettivo è sempre stato quello di far crescere gli artisti\" commenta Gianluca Musso, ideatore e attuale project manager del Tour Music Fest \"è fondamentale avvicinarli al contesto discografico offrendo delle opportunità di visibilità importanti proprio come esibirsi davanti ai maggiori esponenti della Sony Music Italy\" Una gran bella notizia per tutti i partecipanti di questa nuova ed esplosiva edizione del Tour Music Fest ed un\'altro punto a favore della musica emergente italiana.  
content-top-2
TMF News Artist

CHIARA DELLO IACOVO FINALISTA A SANREMO

La cantautrice Saviglianese, vincitrice dell\'ottava edizione del Tour Music Fest, si impone sul palco dell\'Ariston con il suo nuovo singolo \"Introverso\" tratto dall\'album \"Appena Sveglia\" prodotto dalla Rusty Recorsds. Buona la prima. Chiara Dello Iacovo si aggiudica la sfida a eliminazione diretta che apre la seconda serata del 66° Festival di Sanremo e dà il via alla gara nella categoria Nuove proposte. A contendere alla 20enne cantautrice astigiana l\'accesso alla finale di venerdì è Cecile, interprete di grande carisma e fisicità con un brano dal testo molto diretto incentrato sulle tematiche del razzismo e dell\'intolleranza. Visibilmente emozionata, Chiara riprone la sua \"Introverso\", brano pop dal ritornello-tormentone che fa breccia nel pubblico televisivo e la porta con uno schiacciante 64% di preferenze al passaggio del turno. Tutto lo staff del Tour Music Fest è molto felice di questa grande prova e orgoglioso di vedere una sua vincitrice affermarsi su un palco così prestigioso! Adesso attendiamo la finalissima di Venerdì! Forza Chiara!
content-top-3
TMF Interviste

INTERVISTA A GIAMPAOLO ROSSELLI: DIRETTORE ARTISTICO DEL TOUR MUSIC FEST

Da questa nuova edizione, il nuovo Direttore Artistico del Tour Music Fest è Giampaolo Rosselli, discografico e consulente Sony, talent scout, produttore artistico. Giampaolo Rosselli ha lavorato con molti grandi artisti quali Lucio Dalla, Antonello Venditti, Giorgia, Luca Carboni, Gigi D’Alessio, Le Vibrazioni, il Nucleo, Simone Cristicchi. Oltre al lavoro “mainstream” Giampaolo Rosselli è un docente e cultore di rock, cosa che lo porta a sviluppare molti progetti anche in ambito più sperimentale e di musica indipendente. Da anni inoltre è consulente per una delle maggiori società di Music Provider, lavorando sullo sviluppo di una visione nuova della possibile fruizione della musica e dei servizi. Ciao Giampaolo, e complimenti per questa nuova avventura da direttore artistico del Tour Music Fest. Che cosa della tua grande esperienza porterai all\'interno del TMF?Il Tour Music Fest è già stato in passato trampolino di lancio importantissimo per molti artisti che hanno poi calcato palchi come quello del Festival di Sanremo, The Voice, X Factor. Io spero di portare una ventata di mainstream in più, cioè vorrei che gli artisti respirassero la realtà del mercato, è vero che l’arte non si compra o non può essere misurata con il denaro, ma il nostro compito è anche quello di far diventare le speranze delle carriere. Chi vuole fare questo lavoro deve confrontarsi con il mercato italiano, il mio compito sarà essenzialmente questo.Ma non esiste solo il mainstream, per essere inseriti nel mondo della musica ci sono molte vie e il Tour Music Fest e io lavoreremo su tutte per renderle percorribili ai nostri artisti. In quest\'epoca discografica, musicale e televisiva, un festival come il Tour Music Fest, che da quasi 10 anni supporta la musica emergente italiana e internazionale, ha ancora una forte utilità per gli artisti emergenti?In questo momento particolare della musica italiana e non solo, un festival come così serve eccome. C’è sempre bisogno di una vetrina seria per gli artisti emergenti, oltretutto il TMF non è un semplice festival, ma anche un modo per gli artisti di crescere: i ragazzi parlano direttamente con chi li giudica, dopo l’esibizione sanno precisamente cosa pensiamo noi della loro arte, gli diamo dei consigli, delle idee. Poi chi vuole può partecipare agli incontri con i professionisti del settore, misurarsi con gli altri, insomma, il Tour Music Fest rappresenta per musicisti, cantanti, autori ecc un’esperienza da “dentro il mondo “ della musica che non si ferma alla sola performance sul palco. Che cosa significa essere Direttore Artistico di un festival come il TMF?Innanzitutto significa prendere in eredità il lavoro svolto da Alessandro Grande, mio predecessore nel ruolo, quindi una grande responsabilità. Significa continuare su questa strada, cercare sempre di mantenere alto il livello musicale del festival, il livello della giuria di competenza e soddisfare le aspettative degli artisti che partecipano.  Ma soprattutto, significa rispettare la musica e rispettare tutti gli artisti. Negli anni hai visto e vissuto tutte le edizioni del TMF, diventando dal 2016 Direttore Artistico. Perché? Che cosa ti ha spinto con una carriera come la tua, passata al fianco delle grandi major discografiche, a dedicarti così da vicino alla musica emergente?Onestà: questa è la prima parola che mi viene in mente. Ho partecipato a tantissime edizioni del TMF perché da subito ho trovato uno spirito bello, un rispetto per i partecipanti, un festival votato alla crescita dei musicisti e non fatto solo per i propri interessi, e poi la cosa importante di ogni edizione è che quando finisce si rimane amici con molti dei ragazzi...un modo sincero di vivere questa esperienza. Poi francamente abbiamo tutti una cosa in comune sia i giudici che i partecipanti: viviamo la musica con passione A proposito...per un addetto ai lavori come te, che ha lanciato artisti come Simone Cristicchi e da anni collabora con realtà come la Sony, qual è il lavoro artistico da svolgere nel 2016 in Italia per la musica emergente?È un lavoro di pazienza, non è facile far uscire oggi un progetto artistico, ci sono finte scorciatoie come i talent che possono essere utili se gestiti bene oppure la strada è lunga ma va pensata, organizzata e percorsa con attenzione e dedizione. Oggi bisogna essere artisti a 360 gradi, c’è internet che da molte chances ma non perdona i passi falsi, non serve quantità ma una grande qualità che va costruita passo dopo passo. Grazie Giampaolo ti auguriamo il meglio per questa tua nuova avventura!  
TMF News Artist

CHIARA DELLO IACOVO FINALISTA A SANREMO

La cantautrice Saviglianese, vincitrice dell\'ottava edizione del Tour Music Fest, si impone sul palco dell\'Ariston con il suo nuovo singolo \"Introverso\" tratto dall\'album \"Appena Sveglia\" prodotto dalla Rusty Recorsds. Buona la prima. Chiara Dello Iacovo si aggiudica la sfida a eliminazione diretta che apre la seconda serata del 66° Festival di Sanremo e dà il via alla gara nella categoria Nuove proposte. A contendere alla 20enne cantautrice astigiana l\'accesso alla finale di venerdì è Cecile, interprete di grande carisma e fisicità con un brano dal testo molto diretto incentrato sulle tematiche del razzismo e dell\'intolleranza. Visibilmente emozionata, Chiara riprone la sua \"Introverso\", brano pop dal ritornello-tormentone che fa breccia nel pubblico televisivo e la porta con uno schiacciante 64% di preferenze al passaggio del turno. Tutto lo staff del Tour Music Fest è molto felice di questa grande prova e orgoglioso di vedere una sua vincitrice affermarsi su un palco così prestigioso! Adesso attendiamo la finalissima di Venerdì! Forza Chiara!
TMF Guide

I CONSIGLI DEL FONIATRA: INTERVISTA A SILVIA SPINELLI

Siamo con la Dott.ssa Silvia Spinelii, foniatra ufficiale dei Music Camp del Tour Music Fest, gli appuntamenti formativi per cantanti e cantautori al CET di Mogol. Entra nel Team del Tour Music Fest dopo una lunga esperienza di consulenza per gli artisti del Teatro dell\'opera e per i maggiori cast di musical in Italia. Prima di tutto benvenuta nel Team del TMF, vogliamo spiegare ai nostri artisti cos\'è il mondo della foniatria? La Foniatria Artistica è una branca della Foniatria, specialità medica conseguibile dopo la laurea in Medicina e Chirurgia. La dizione Foniatra Artistico indica quindi un medico che ha conseguito il titolo di specialista e che si occupa di voce professionale e amatoriale artistica, parlata e cantata, in ambito clinico e di ricerca. (“Manifesto di Foniatria Artistica” di Franco Fussi e Silvia Magnani) Come mai hai deciso durante il tuo percorso di studi di diventare una foniatra? Sin da bambina ho sempre avuto la passione per la musica e per il canto. Dopo la laurea in medicina e Chirurgia, ho iniziato a prendere lezioni di canto lirico, mentre lavoravo come Specializzanda in Anatomia Patologica.  Durante una visita di controllo delle mie corde vocali nel reparto di foniatria del Policlinico di Roma Umberto I, ho scoperto l’esistenza di una Specializzazione di Foniatria  indipendente da quella di Otorinolaringoiatria. Di lì a breve ho lasciato le autopsie e gli esami istologici per dedicarmi completamente alla scoperta della voce.  Quanto è importante per un cantante tenere sotto controllo la propria voce con l\'aiuto di un foniatra? Il musicista sa bene quanto sia importante la manutenzione del proprio strumento per poter studiare correttamente. Il foniatra permette a chi canta di VEDERE  la sorgente del suono e  di capirne il funzionamento. Ed eventualmente di prendere provvedimenti  medici o riabilitativi qualora si evidenziassero disfunzioni. Esercizi tecnici e gli stili di vita sono importanti per un cantante. Quale tipo di accortezze consiglieresti ad un cantante per mantenere una voce sana?  Lo strumento del cantante è il proprio corpo.  Quindi è importante ricercare un corretto equilibrio psico-fisico, favorendo soprattutto attività che favoriscono la propriocezione fisica. Rieducazione posturale,  metodo Feldenkrais, metodo Alexander ,Yoga…   quanto agli esercizi, è importante essere seguiti da un insegnante di canto, che cucirà ad arte degli esercizi specifici per ogni allievo. Si dice che il caffè e la cioccolata non debbano essere mangiati prima di un concerto, mentre qualcosa di salato giova alla voce. Sono bufale o hanno una radice scientifica? Quali sono gli alimenti \"in\" e \"out\" prima di un concerto? Caffè e cioccolata sono dei cibi che possono favorire il reflusso gastro-esofageo in chi è predisposto. Le  famose acciughe salate aumentano la secrezione salivare, con conseguente  effetto lubrificante ed umettante sulla mucosa del tratto vocale.  Consiglierei di astenersi dai cibi che favoriscono il reflusso in chi ha una forma clinica documentata; il preoccuparsi eccessivamente e senza reale motivazione non è alleata dell’arte canora! Quali sono i segnali di allarme che rendono consigliabile una visita foniatrica? Consigliere una visita foniatrica  in presenza di affaticamento della voce parlata(disfonia) o di difficoltà nella voce cantata(disodia) che persistono  dopo un periodo di riposo vocale, per appurare l’origine della difficoltà.  Voce soffiata, break vocali,  riduzione dell’estensione  dovrebbero essere indagati. Sarai la Foniatra ufficiale della manifestazione e avrai modo di visitare tutti i partecipanti dei nostri Camp formativi al CET di Mogol, come mai hai deciso di entrare nel team del Tour Music Fest? Credo nel lavoro di  equipe tra le figure professionali che ruotano attorno al cantante, nel rispetto delle reciproche competenze.  E  per i giovani cantanti è importante sentirsi accolti e sostenuti  nel loro lavoro, anche dal punto di vista medico. Anche se non si hanno apparentemente problemi con la voce quanto è importante una visita foniatrica preventiva? Periodi di surmenage vocale possono innescare meccanismi ipercinetici della muscolatura laringea che spesso sono percepiti a livello vocale (ovvero il suono è comunque efficace, ma ad un alto costo fonatorio). In situazioni di sovraccarico vocale  consiglierei quindi di verificare la funzione dell’organo laringeo, possibilmente confrontando le immagini con eventuali referti precedenti, in modo tale che il cantante possa avere un feedback del proprio lavoro. Grazie Silvia! Ci vedremo presto ai Music Camp!
TMF World

MTV NEW GENERATION: IL TUO TALENTO E' LA CHIAVE

Il Tour Music Fest sostiene MTV New Generation, il progetto multimediale di MTV che dà la possibilità alle nuove leve della Musica Italiana di mostrare il proprio talento on line e on air. Se sei un cantante, un musicista o fai parte di una band e hai realizzato un videoclip originale, MTV New Generation è la tua occasione per farti conoscere. Registrati sul sito di MTV New Generation, crea un tuo profilo o quello della tua band e segnalaci i link dei tuoi videoclip che hai caricato su Youtube, Vimeo o altri siti consultabili dalla nostra redazione: il tuo progetto sonoro potrebbe avere visibilità immediata sulla piattaforma web di MTV New Generation e il video andare in onda in alta rotazione su MTV Music (ch.67 del DTT) al pari dei Big della Musica mondiale. Un mare di altre opportunità ti si potrebbero aprire, come quella di suonare sul palco di un evento firmato MTV!!! Entra dalla porta principale, il tuo talento è la chiave. mtv.it/newgeneration
message
component
content-bottom
bottom-art-1
bottom-art-2
bottom-art-3
bottom-art-4
tmf-bottom
 

VIDEO ZONE