Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies
slideshow

 

top-art-1
top-art-2
top-art-3
top-art-4
tmf-top

ULTIME NEWS

partners

PARTNERS

TMF MAGAZINE

 
content-top-1
TMF Festival News

ANTONIO VANDONI DI RADIO ITALIA IN GIURIA TMF

Nella grande e ormai collaudatissima squadra del Tour Music Fest, nel 2016 entra uno dei più grandi nomi del panorama radiofonico italiano: Antonio Vandoni direttore artistico di Radio Italia. Direttore di Radio Italia e Radio Italia TV, (tra le emittenti più seguite dell\'intero stivale con 2 milioni di likers su Facebook) Antonio Vandoni è riuscito a unire negli anni il lavoro sul mainstrem a quello sulle nuove proposte, affermandosi a tutti gli effetti come opinion leader dell\'intero settore della musica italiana. Con la “new entry” di Antonio Vandoni, la giuria del Tour Music Fest, già presieduta da MOGOLal fianco di una delegazione della SONY Music Italy, Massimo Bonelli direttore artistico del Concerto del Primo Maggio a Roma, insieme a Maurizio Rugginenti della Rusty Records che nel 2016 ha trionfato al Festival di Sanremo con Chiara dello Iacovo, si avvicina ulteriormente al mondo radiofonico che da sempre supporta e promuove la musica italiana e non solo. Un grande passo del Tour Music Fest verso i grandi network radiofonici, colonna portante della discografia e passaggio necessario per le nuove proposte emergenti. E ci sono altre grandi novità in arrivo! Stay Tuned  
content-top-2
TMF News Artist

CHIARA DELLO IACOVO SECONDA A SANREMO GIOVANI

La giovane cantautrice, vincitrice dell\'ottava edizione del Tour Music Fest, si piazza al secondo posto nella sezione Giovani del Festival di Sanremo. Un grande risultato per Chiara, la Rusty Records e il Tour Music Fest. Dopo il successo ottenuto al 66° Festival di Sanremo con il brano “Introverso”, Chiara Dello Iacovo, vincitrice del Premio della Sala Stampa Radio-Tv-Web “Lucio Dalla” per la Sezione Nuove Proposte, da oggi sarà impegnata con un instore tour nelle principali città italiane per presentare al pubblico il suo disco d’esordio “APPENA SVEGLIA” (Rusty Records). Queste tutte le date, ad oggi confermate, dell’instore tour: lunedì 15 febbraio, a La Feltrinelli di Genova (ore 18.00), martedì 16 febbraio, a La Feltrinelli di Milano, mercoledì 17 febbraio a La Feltrinelli di Torino, giovedì 18 febbraio a La Feltrinelli di Roma, venerdì 19 febbraio alla Mondadori di Firenze, sabato 20 febbraio alla Mondadori di Perugia, domenica 21 febbraio alla Mondadori di Matera, il 22 febbraio a La Feltrinelli di Napoli, il 23 febbraio a La Feltrinelli di Bari, il 24 febbraio alla Mondadori di Taranto, il 25 febbraio alla Mondadori di Lecce, il 26 febbraio alla Mondadori di Vercelli, il 27 febbraio alla Mondadori di Alessandria, il 2 marzo a La Feltrinelli di Bologna e il 4 marzo a La Feltrinelli di Verona. Oltre ad aver vinto il premio della Sala Stampa Radio-Tv-Web “Lucio Dalla”, Chiara Dello Iacovo durante la settimana sanremese si è aggiudicata la vittoria del “Premio Assomusica – migliore esibizione Live – categoria Sanremo Giovani 2016”, conferito dall’Associazione Italiana degli Organizzatori e Produttori di Spettacoli Musicali dal Vivo, e del “Premio AFI 2016” per gli importanti successi artistici raggiunti in quest’ultimo anno. Inoltre, la cantautrice astigiana è la prima cantante donna a debuttare ufficialmente nella Nazionale Italiana Cantanti. Facciamo i nostri migliori complimenti a Chiara dello Iacovo e nel frattempo ci godiamo il video della sua ultima esibizione al Tour Music Fest!  
content-top-3
TMF Interviste

L'ANDAMENTO DELLA MUSICA ITALIANA:INTERVISTA A BONELLI ORGANIZZATORE DEL PRIMO MAGGIO

Siamo con Massimo Bonelli, membro della commissione Tour Music Fest e Ceo di iCompany, società di produzione, distribuzione, edizioni musicali e organizzazione di eventi che, insieme a Ruvido Produzioni di Carlo Gavaudan, organizza il \"Concertone\" del primo maggio che come ogni anno si terrà a Piazza San Giovanni. Sono ormai più di 15 anni che lavori nel mondo della musica e specialmente nella scena Indie, nella World Music e nella scena Cantautorale Italiana. In questi 15 anni a quali evoluzioni musicali hai assistito? Negli ultimi 15/20 anni le cose sono cambiate molto in fretta. Si è passati dal boom del mercato discografico (fine anni novanta, primi anni zero) al crollo totale (almeno apparentemente) del settore. L’esplosione di internet ha completamente cambiato il nostro modo di vivere e con esso anche il modo in cui ci nutriamo di musica. Grazie al web tutto si muove e si evolve molto più velocemente che in passato e non sempre chi fa il mio mestiere è riuscito, negli anni, ad interpretare fino in fondo i cambiamenti in atto ed a gestirli.Personalmente ritengo che la crisi del settore rappresenti oggi una importante opportunità per chi vive di musica, per chi fa il mio mestiere, per chi suona o compone. E’ infatti l’occasione ideale per provare a cambiare strategie, per sperimentare nuovi modi di fare le cose, per sganciarsi dalla routine di una mitologia della \"discografia che ormai non esiste più\". Insomma, credo che oggi ci sia davvero spazio per chi ha idee, talento e coraggio. 30 anni fa, la musica Italiana sfornava artisti che poi hanno cambiato le dinamiche musicali del nostro paese, da Vasco Rossi a Lucio Dalla, da De Andrè a De Gregori e così via. Sembra che a oggi non ci sia stato ancora un ricambio generazionale. Cosa è cambiato secondo te nella produzione musicale Italiana? Credo che questa sia la vera grande nota dolente della scena musicale italiana. Capita infatti sempre più di rado di ascoltare qualcosa di davvero nuovo ed interessante ed ho la sensazione che la cosa stia gradualmente peggiorando col passare del tempo.  Probabilmente questo stato di cose è dovuto alla sempre maggiore consapevolezza dei potenziali artisti che, vedendo come vanno le cose e nella speranza sempre più utopica di poter emergere, sono più o meno inconsciamente indirizzati verso una scrittura “immediata”, che possa cioè arrivare più facilmente al pubblico. Del resto i maggiori spazi di visibilità per la musica su scala nazionale (tv e radio su tutti) hanno da tempo imposto questo tipo di linguaggio: le canzoni devono durare non più di 3 minuti, essere a presa rapida, non spaventare il pubblico che potrebbe cambiare canale. Chi scrive musica o chi sogna di fare carriera in questo settore credo venga inevitabilmente condizionato da questo tipo di logica che osserva e conosce. Eppure le persone che vorrebbero fare il mestiere del cantante o del musicista sono aumentate, i Talent Show e una maggiore facilità di comunicare tramite i social hanno sicuramente contribuito, secondo te quali sono le prospettive da adesso fino ai prossimi 10 anni d i musica? Non ho nulla contro i Talent Show, ma credo che si tratti di altra tipologia merceologica. Per quanto possa sembrare incomprensibile quello che sto per scrivere, nei Talent la musica è solo un elemento di contorno, è tappezzeria. Parliamo di potenti macchine produttrici di spettacoli televisivi; i talent sono come dei moderni “varietà\" oserei dire. La musica c’è ed è presentata come protagonista del programma, ma in realtà è una musica che deve accompagnare il telespettatore, lo deve intrattenere, divertire e non deve impegnarlo più di tanto. Il linguaggio della “musica che ambisce a restare nelle orecchie per decenni” è assolutamente un altro e al momento per questo tipo di musica non esistono veri spazi di visibilità in ambito televisivo e radiofonico.Quando mi viene qualche dubbio sul concetto che ho appena espresso, mi basta immaginare i Dalla, i De Gregori, i De Andrè o i Vasco ventenni nelle vesti di potenziali concorrenti di un Talent…e il dubbio mi passa in un attimo.Per il futuro credo vada innescata una piccola ma significativa rivoluzione nella scena musicale italiana. Forse qualcuno sta già muovendo i primi passi in tal senso, ma è ancora presto per capire se ci sarà davvero un cambio di passo che possa migliorare la produzione musicale italiana. Collabori con il Tour Music Fest da quasi 10 anni e anche quest\'anno sarai nella commissione artistica. Cosa ti ha spinto a rimanere collegato con la nostra manifestazione?il TMF è una delle più accreditate e credibili piattaforme attraverso le quali ricercare e dare spazio agli artisti “ diversi” di cui parlavo prima. E’ infatti un evento slegato da logiche di audience Tv e da strette esigenze di mercato. il TMF ha una capillarità nazionale territoriale davvero unica ed è quindi una vera e concreta possibilità, per chi fa il mio mestiere, di scovare qualcosa di interessante su cui magari puntare per il futuro. Ogni anno al TMF partecipano migliaia di cantanti, musicisti e rapper che inseguono il loro sogno. Con l\'esperienza che hai accumulato cosa ti senti di consigliare agli attuali protagonisti della scena musicale emergente italiana? se c’è una cosa che credo di aver capito in questi anni di lavoro sul campo è che, nella musica e nell’arte in genere, ciò che non deve mancare ad un artista è la personalità. Credo sia sempre più importante ed imprescindibile far emergere nella propria produzione musicale un carattere definito, una cifra stilistica in grado di rendere riconoscibile l\'artista, un’identità forte che magari divida e appassioni il pubblico. L’acqua tiepida nella musica non ha mai pagato ed oggi può regalarti non più di un paio di stagioni di gloria…poi si finisce nel dimenticatoio.insomma, credo che oggi più che mai per un nuovo artista sia importante osare, sperimentare e spiazzare. Futuri progetti di iCompany? Cosa bolle in pentola? Davvero tanti progetti, tante sfide, un paio di utopie assolute e molti percorsi possibili tra i quali scegliere nei prossimi mesi. Come direbbe il nostro presidente di giuria: \"lo scopriremo solo vivendo” :) Grazie Massimo ci vediamo al TMF e in bocca al lupo per il Concertone del Primo Maggio!!!
TMF News Artist

CHIARA DELLO IACOVO SECONDA A SANREMO GIOVANI

La giovane cantautrice, vincitrice dell\'ottava edizione del Tour Music Fest, si piazza al secondo posto nella sezione Giovani del Festival di Sanremo. Un grande risultato per Chiara, la Rusty Records e il Tour Music Fest. Dopo il successo ottenuto al 66° Festival di Sanremo con il brano “Introverso”, Chiara Dello Iacovo, vincitrice del Premio della Sala Stampa Radio-Tv-Web “Lucio Dalla” per la Sezione Nuove Proposte, da oggi sarà impegnata con un instore tour nelle principali città italiane per presentare al pubblico il suo disco d’esordio “APPENA SVEGLIA” (Rusty Records). Queste tutte le date, ad oggi confermate, dell’instore tour: lunedì 15 febbraio, a La Feltrinelli di Genova (ore 18.00), martedì 16 febbraio, a La Feltrinelli di Milano, mercoledì 17 febbraio a La Feltrinelli di Torino, giovedì 18 febbraio a La Feltrinelli di Roma, venerdì 19 febbraio alla Mondadori di Firenze, sabato 20 febbraio alla Mondadori di Perugia, domenica 21 febbraio alla Mondadori di Matera, il 22 febbraio a La Feltrinelli di Napoli, il 23 febbraio a La Feltrinelli di Bari, il 24 febbraio alla Mondadori di Taranto, il 25 febbraio alla Mondadori di Lecce, il 26 febbraio alla Mondadori di Vercelli, il 27 febbraio alla Mondadori di Alessandria, il 2 marzo a La Feltrinelli di Bologna e il 4 marzo a La Feltrinelli di Verona. Oltre ad aver vinto il premio della Sala Stampa Radio-Tv-Web “Lucio Dalla”, Chiara Dello Iacovo durante la settimana sanremese si è aggiudicata la vittoria del “Premio Assomusica – migliore esibizione Live – categoria Sanremo Giovani 2016”, conferito dall’Associazione Italiana degli Organizzatori e Produttori di Spettacoli Musicali dal Vivo, e del “Premio AFI 2016” per gli importanti successi artistici raggiunti in quest’ultimo anno. Inoltre, la cantautrice astigiana è la prima cantante donna a debuttare ufficialmente nella Nazionale Italiana Cantanti. Facciamo i nostri migliori complimenti a Chiara dello Iacovo e nel frattempo ci godiamo il video della sua ultima esibizione al Tour Music Fest!  
TMF Guide

I CONSIGLI DEL FONIATRA: INTERVISTA A SILVIA SPINELLI

Siamo con la Dott.ssa Silvia Spinelii, foniatra ufficiale dei Music Camp del Tour Music Fest, gli appuntamenti formativi per cantanti e cantautori al CET di Mogol. Entra nel Team del Tour Music Fest dopo una lunga esperienza di consulenza per gli artisti del Teatro dell\'opera e per i maggiori cast di musical in Italia. Prima di tutto benvenuta nel Team del TMF, vogliamo spiegare ai nostri artisti cos\'è il mondo della foniatria? La Foniatria Artistica è una branca della Foniatria, specialità medica conseguibile dopo la laurea in Medicina e Chirurgia. La dizione Foniatra Artistico indica quindi un medico che ha conseguito il titolo di specialista e che si occupa di voce professionale e amatoriale artistica, parlata e cantata, in ambito clinico e di ricerca. (“Manifesto di Foniatria Artistica” di Franco Fussi e Silvia Magnani) Come mai hai deciso durante il tuo percorso di studi di diventare una foniatra? Sin da bambina ho sempre avuto la passione per la musica e per il canto. Dopo la laurea in medicina e Chirurgia, ho iniziato a prendere lezioni di canto lirico, mentre lavoravo come Specializzanda in Anatomia Patologica.  Durante una visita di controllo delle mie corde vocali nel reparto di foniatria del Policlinico di Roma Umberto I, ho scoperto l’esistenza di una Specializzazione di Foniatria  indipendente da quella di Otorinolaringoiatria. Di lì a breve ho lasciato le autopsie e gli esami istologici per dedicarmi completamente alla scoperta della voce.  Quanto è importante per un cantante tenere sotto controllo la propria voce con l\'aiuto di un foniatra? Il musicista sa bene quanto sia importante la manutenzione del proprio strumento per poter studiare correttamente. Il foniatra permette a chi canta di VEDERE  la sorgente del suono e  di capirne il funzionamento. Ed eventualmente di prendere provvedimenti  medici o riabilitativi qualora si evidenziassero disfunzioni. Esercizi tecnici e gli stili di vita sono importanti per un cantante. Quale tipo di accortezze consiglieresti ad un cantante per mantenere una voce sana?  Lo strumento del cantante è il proprio corpo.  Quindi è importante ricercare un corretto equilibrio psico-fisico, favorendo soprattutto attività che favoriscono la propriocezione fisica. Rieducazione posturale,  metodo Feldenkrais, metodo Alexander ,Yoga…   quanto agli esercizi, è importante essere seguiti da un insegnante di canto, che cucirà ad arte degli esercizi specifici per ogni allievo. Si dice che il caffè e la cioccolata non debbano essere mangiati prima di un concerto, mentre qualcosa di salato giova alla voce. Sono bufale o hanno una radice scientifica? Quali sono gli alimenti \"in\" e \"out\" prima di un concerto? Caffè e cioccolata sono dei cibi che possono favorire il reflusso gastro-esofageo in chi è predisposto. Le  famose acciughe salate aumentano la secrezione salivare, con conseguente  effetto lubrificante ed umettante sulla mucosa del tratto vocale.  Consiglierei di astenersi dai cibi che favoriscono il reflusso in chi ha una forma clinica documentata; il preoccuparsi eccessivamente e senza reale motivazione non è alleata dell’arte canora! Quali sono i segnali di allarme che rendono consigliabile una visita foniatrica? Consigliere una visita foniatrica  in presenza di affaticamento della voce parlata(disfonia) o di difficoltà nella voce cantata(disodia) che persistono  dopo un periodo di riposo vocale, per appurare l’origine della difficoltà.  Voce soffiata, break vocali,  riduzione dell’estensione  dovrebbero essere indagati. Sarai la Foniatra ufficiale della manifestazione e avrai modo di visitare tutti i partecipanti dei nostri Camp formativi al CET di Mogol, come mai hai deciso di entrare nel team del Tour Music Fest? Credo nel lavoro di  equipe tra le figure professionali che ruotano attorno al cantante, nel rispetto delle reciproche competenze.  E  per i giovani cantanti è importante sentirsi accolti e sostenuti  nel loro lavoro, anche dal punto di vista medico. Anche se non si hanno apparentemente problemi con la voce quanto è importante una visita foniatrica preventiva? Periodi di surmenage vocale possono innescare meccanismi ipercinetici della muscolatura laringea che spesso sono percepiti a livello vocale (ovvero il suono è comunque efficace, ma ad un alto costo fonatorio). In situazioni di sovraccarico vocale  consiglierei quindi di verificare la funzione dell’organo laringeo, possibilmente confrontando le immagini con eventuali referti precedenti, in modo tale che il cantante possa avere un feedback del proprio lavoro. Grazie Silvia! Ci vedremo presto ai Music Camp!
TMF World

MTV NEW GENERATION: IL TUO TALENTO E' LA CHIAVE

Il Tour Music Fest sostiene MTV New Generation, il progetto multimediale di MTV che dà la possibilità alle nuove leve della Musica Italiana di mostrare il proprio talento on line e on air. Se sei un cantante, un musicista o fai parte di una band e hai realizzato un videoclip originale, MTV New Generation è la tua occasione per farti conoscere. Registrati sul sito di MTV New Generation, crea un tuo profilo o quello della tua band e segnalaci i link dei tuoi videoclip che hai caricato su Youtube, Vimeo o altri siti consultabili dalla nostra redazione: il tuo progetto sonoro potrebbe avere visibilità immediata sulla piattaforma web di MTV New Generation e il video andare in onda in alta rotazione su MTV Music (ch.67 del DTT) al pari dei Big della Musica mondiale. Un mare di altre opportunità ti si potrebbero aprire, come quella di suonare sul palco di un evento firmato MTV!!! Entra dalla porta principale, il tuo talento è la chiave. mtv.it/newgeneration
message
component
content-bottom
bottom-art-1
bottom-art-2
bottom-art-3
bottom-art-4
tmf-bottom
 

VIDEO ZONE